martedì 18 novembre 2014

Uno studio sul Blues!

Propongo qui di seguito un esempio di "studio" su di un Blues "maggiore". In pratica, alcune semplici idee, schemi, pattern da assimilare ed utilizzare nel vostro repertorio!


1) Schema di un 12-bar Blues in G:


|| G7 | C7 | G7 | % |
  | C7 | C°  | G7  | % |
   | D7 | C7 | G7 | D7 ||

2) Confronto tra accordo di dominante e accordo diminuito:
C7 = C E G Bb
T 3 5 b7

C° = C# E G Bb
T b3 b5 bb7

3) Attenzione! Queste due battute suonano nello stesso modo!


4) Fill di chiusura da eseguire (anche rallentando) sulle ultime due misure di un Blues:




5) Schema della pentatonica minore blues: si può suonare su tutto il Blues ed utilizzarla sugli accordi dominante:


6) Infine, vi lascio con un mio schema riguardante le principali strutture in uso nel Blues "maggiore".



Come sempre...buono studio!


lunedì 10 novembre 2014

Bass To Rock Day!

Anche quest'anno, Bass To Rock, Accademia Musicale con oltre quaranta sedi dislocate su tutto il territorio nazionale e di cui faccio parte in veste di docente abilitato, ha organizzato una giornata interamente dedicata al basso elettrico.



Nel pomeriggio, ho avuto modo di tenere una mia clinic.


Partendo dall'improvvisazione su di un singolo accordo, nel caso specifico un accordo di dominante, ho cercato di suggerire qualche idea creativa sull'utilizzo di scale dedicate e fraseggio relativo, agganciandomi, poi, alla struttura del blues, inteso come standard.


Ho quindi proseguito mostrando qualche esempio del mio modo di approcciare la tecnica slap sulla suddetta struttura, concludendo con una dimostrazione del mio modo di interpretare il palm muting e la tecnica "pollice + due dita" al fine di creare frasi veloci e precise di accompagnamento e solistiche.



Devo dire che l'affluenza è stata veramente ottima e l'attenzione del pubblico molto alta.

In questa occasione ho inoltre avuto modo di testare la nuovissima cassa Alusonic nella sua versione XL.

In definitiva, una bellissima giornata in compagnia di grandi professionisti (e amici!) come Rigo Righetti, Dino Fiorenza e i docenti dell'Accademia!